Categorie

Rimappare i tasti in Linux con xev e xmodmap

 

 

 

 

 

Sul mio vecchio notebook (un Medion della Microstar 😀 ) da quando ho eliminato Windows XP ed installato una distro (qualunque) di Linux ho sempre avuto un problemino con la tastiera: il pulsante “< / >” (maggiore/minore) non ha mai funzionato correttamente, ma ha sempre stampato i caratteri “ù / §“.

In un pc che utilizzo esclusivamente per la programmazione la cosa può risultare un po’ fastidiosa.

Vediamo come rimappare quel tasto (ma la guida rimane valida in generale).

In questo caso particolare il tasto “< / >”  è del tutto equivalente al tasto “ù / §“, quindi presumo che “a fine trattamento” anche il secondo tasto si comporterà come il primo, quindi niente più “ù” (nello specifico il fastidio è trascurabile).

Ci servono due programmi che vanno lanciati da terminale: xev e xmodmap (di norma si trovano già installati con il sistema operativo).

 

Apriamo un terminale e lanciamo:

$ xev

Si aprirà una piccola finestrella sopra il nostro terminale, tale finestrella è quella che deve essere selezionata per catturare gli eventi (viene selezionata di default all’avvio di xev).

Clicchiamo sul tasto incriminato “< / >”  e analizziamo il risultato:

Scopriamo due cose molto interessanti: al nostro tasto corrisponde il keycode 51 ed è associato il simbolo ugrave.

A questo punto possiamo anche chiudere xev (basta chiudere la finestrella bianca).

Adesso sempre nel terminale lanciamo:

$ man xmodmap

per capire un po’ meglio il tool xmodmap.
Quindi possiamo passare alla modifica vera e propria:

$ xmodmap -e "keycode shift 51 = less great"

cioè diciamo ad X di associare il simbolo “<“ al pulsante corrispondente al keycode 51 e il simbolo “>” al pulsante corrispondente al keycode 51 quando è premuto il modificatore shift.

La modifica ha subito effetto, ma non viene salvata per il riavvio successivo di X.

Per renderla definitiva occorre salvare la configurazione attuale in un file nella home utente:

$ xmodmap -pke &gt; ~/.Xmodmap

e quindi creare uno script particolare che viene eseguito all’avvio:

$ nano ~/.xinitrc

con il seguente contenuto:

xmodmap .Xmodmap

Salvare il file e riavviare.

Fonte: http://askubuntu.com/questions/24916/how-do-i-remap-certain-keys

[Linux Mint Mate] – Associare il menu di uscita al pulsante di accensione pc

 

 

 

 

 

Dopo aver installato il desktop environment Mate su Linux Mint Maya ho notato che alla pressione del pulsante di spegnimento del mio notebook non veniva proposto il menu classico di uscita:

 

Ma veniva direttamente spento il pc!

Per ripristinare il menu di uscita aprire il file /etc/acpi/powerbtn.sh con un editor di testo come amministratore:

$ sudo nano /etc/acpi/powerbtn.sh

ed aggiungere la una riga indicata:

[ -r /usr/share/acpi-support/power-funcs ] && getXconsole
PMS="gnome-settings-daemon kpowersave xfce4-power-manager"
PMS="$PMS guidance-power-manager.py dalston-power-applet"
PMS="$PMS mate-settings-daemon"  ### RIGA DA AGGIUNGERE ###

Fonte.

[EDIT 20121115]: Purtroppo ho notato un fatto spiacevole: se si sospende il pc dal menu di uscita il computer viene sospeso ma non bloccato, quindi alla ripresa si presenta direttamente il desktop senza richiedere la password di accesso.

[EDIT 20121125]: Il problema di cui sopra si risolve semplicemente abilitando l’opzione per bloccare automaticamente il computer nella configurazione del salvaschermo:salvaschermo-mint

Scanner Epson V200 Perfection su Linux

 

 

 

 

 

 

 

Dal sito Epson scaricare i pacchetti:

iscan-data_<versione>_<architettura>

iscan_<versione>~usb0.1.ltdl7_<architettura>

e dalla pagina relativa al V200 Perfection scaricare:

iscan-plugin-gt-f670_<versione>_<architettura>

relativi al proprio sistema ed installarli.

Installare xsane:

$ sudo apt-get install xsane

Riavviare e provare ad eseguire xsane, se si ottiene un errore relativo ad un permesso negato, aggiungere il proprio utente al gruppo scanner:

$ sudo adduser <nome_utente> scanner

e riavviare.
Se lanciando xsane si ottiene ancora un errore provare ad aggiungere il proprio utente anche al gruppo saned:

$ sudo adduser <nome_utente> saned

Una delle tante fonti trovate in rete: http://uellue.de/blog/single.php?date=1192278660